BIRRIFICIO RETHIA

21032015-21032015-DSC_7880

Da homebrewing a microbirrificio: è una realtà che nasce da sogno e passione personali, quella del Birrificio Artigianale Rethia. Grazie alle energie e alla competenza di Cristiano Faes (Mastro Birraio), Nicola Avi e Giovanni Perini (marketing, vendita e amministrazione), anche nel cuore del Trentino il mondo dei microbirrifici si esprime in una sua forma dotata di carattere e impronta personale estremamente riconoscibili.

21032015-21032015-DSC_7867

Cristiano Faes

21032015-21032015-DSC_7865

Nicola Avi

22032015-22032015-Foto 22-03-15 10 29 19

Giovanni Perini

Una passione coltivata con sapienza a livello domestico, la loro, che negli anni si affina di pari passo con la qualità del prodotto. La sperimentazione viene realizzata e condivisa dai tre amici con entusiasmo e metodo, fino alla consapevolezza di aver raggiunto un livello qualitativo tale da consentire il salto all’interno del mercato locale e nazionale. Il momento è perfetto: all’apertura, i birrifici in Trentino erano soltanto otto, e vi era ampio margine per creare nella regione una nuova cultura della birra incentrata sulla degustazione di un prodotto ricercato.21032015-21032015-DSC_7890

L’ispirazione viene cercata negli stili inglese, belga e americano, e sviluppata nel tempo con la definizione di ricette rispondenti a una progettualità gustativa molto definita grazie all’uso dei malti e alla luppolatura.

21032015-21032015-DSC_7912

La partenza è importante: una produzione limitata ma estremamente differenziata (ben 6 birre dalle caratteristiche estremamente spiccate e riconoscibili) mirata ad un target altro da quello interessato alla birra classica. Rethia ha infatti una filosofia precisissima: la produzione di una birra di qualità non filtrata e non pastorizzata, con profumi incredibilmente marcati e una complessità sorprendente.

21032015-21032015-DSC_7920         21032015-21032015-DSC_7927

La sede, che include al suo interno un punto degustazione e vendita davvero invitante, è piccola e raccolta all’interno di una superficie limitata, nel pieno rispetto dello spirito dei microbirrifici. La collocazione è strategica, lungo un’importante direttrice dei flussi turistici nella regione Trentino, in quella Valle dei Laghi dalle caratteristiche paesaggistiche e morfologiche del territorio assolutamente uniche e che tanto richiamo esercita sui visitatori.

22032015-22032015-Foto 22-03-15 10 26 24

Anche la scelta del nome descrive la volontà di differenziarsi dal panorama di prodotti tipicamente dolomitici, pur mantenendo salde radici e identità. Il richiamo esplicito del nome “Rethia” è alla popolazione dei Reti, di origine etrusca, stanziati nell’arco alpino in epoca precedente alla conquista romana. Il popolo dei Reti è ben presente nelle fonti classiche romane, da Plinio Il Vecchio a Tito Livio; il nome “Rethia” rimanda direttamente alla provincia di Rezia creata dopo la conquista romana dell’area alpina ad opera dell’Imperatore Augusto nel 15-16 a.C. D’altronde, il carattere scelto per il nome del birrificio e per le etichette  è quello originale dell’alfabeto retico, di chiara derivazione etrusca: un simbolo di identità chiarissimo.

21032015-21032015-DSC_7879

Rethia nasce ufficialmente il 29 maggio 2014: è il il birrificio più piccolo del Trentino, e tra i più piccoli d’Italia. Attualmente la produzione si attesta su un massimo di 2.000 litri mensili e sei stili di birra, tutte ad alta fermentazione. Fiore all’occhiello della produzione è la “Jet-Lag”, birra color ambra con riflessi rossi, secca, corposa e aromatica. Si tratta di una birra molto complessa dove l’estrema luppolatura americana si fonde con le note dei malti speciali creando uno spettro olfattivo che va dai sentori resinosi e agrumati (pompelmo e scorza di mandarino) a quelli dolci e tostati. Regala grande persistenza aromatica e amaro deciso ma ben bilanciato dal corpo della birra.

21032015-21032015-DSC_7876     21032015-21032015-DSC_7872

Rethia, nei suoi luoghi e prodotti, incarna ed esprime l’energia pura dei suoi tre giovani fondatori, che uniscono la passione alla competenza con cui producono e propongono le loro creazioni brassicole.

21032015-21032015-DSC_7854

BIRRIFICIO ARTIGIANALE RETHIA di Cristiano Faes, Giovanni Perini e Nicola Avi

Via ai Fossadi, 21 Vezzano (TN)

Testi ed immagini di Claudia Ioan e Massimiliano Tuveri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *